Guida alla biblioteca

La Fondazione Marcianum spinta dalla necessità di avere nuovi spazi per la fruizione dei fondi librari ed un luogo idoneo allo studio e agli scambi culturali ha destinato quale sede della nuova Biblioteca i primi due padiglioni della Dogana da mar. La nuova destinazione d’uso dei due padiglioni della Punta della Dogana a biblioteca si è così configurata come il naturale completamento di un progetto di riqualificazione dell’edificio la cui prima tappa è stata la trasformazione della secentesca dogana marittima in sede espositiva permanente del Museo di Arte contemporanea della Fondazione Palazzo Grassi - collezione François Pinault. Mentre questo spazio espositivo segna un’ulteriore svolta di Venezia verso il contemporaneo, la nuova struttura della Biblioteca è stata concepita, anche nell’organizzazione degli spazi, per intensificare un dialogo fattivo con tutte le istituzioni culturali veneziane al fine di tenere viva la memoria storica della civiltà veneziana, intesa come frutto di un denso intreccio tra vita culturale, religiosa e civile. Lo studioso o il semplice turista potranno quindi trovare, a fianco dell’ingresso del Museo Pinault, un’altra possibilità di “visita” alla rinnovata Punta della Dogana, totalmente diversa ma ugualmente stimolante. La Dogana da Mar diventerà il luogo dove due soggetti, il Museo e la Biblioteca, seppur con appartenenze, funzioni e orientamenti diversi, richiameranno quello che realmente è questa città: il simbolo di un glorioso passato non cristallizzato ma dinamico e aperto al futuro.
La scelta dell’accesso e degli orari di apertura e la disposizione degli spazi sono stati pensati per favorire al massimo qualsiasi utente, anche esterno alla Fondazione, interessato a conoscere il patrimonio librario ivi conservato o a partecipare agli eventi culturali che saranno di volta in volta proposti al pubblico. La Biblioteca ha infatti un accesso separato, a fianco del museo Pinault, da quello principale della Fondazione.
L’intera biblioteca è organizzata a scaffale aperto con 2.700 metri lineari di sviluppo di materiale bibliografico (circa 80.000 libri esposti). Oltre ad avere una sala periodici e una sezione per i ragazzi, sono a disposizione degli studiosi settori organizzati secondo le seguenti materie: Bibliografie e opere generali di consultazione, Linguistica, Filosofia, Arte, Religioni, Sacra Scrittura, Ecclesiologia, Patristica, Teologia, Bioetica, Scienze sociali, Diritto e Diritto canonico ed ecclesiastico, Storia del Patriarcato di Venezia. Un’apposita sala, attrezzata per ospitare mostre permanenti, interne o esterne, è predisposta per la consultazione del fondo antico

Leggi la guida alla biblioteca
> Documento PDF [4 Mb]