Fondo antico

Il Fondo antico è costituito dalla “Biblioteca monumentale” (il cui salone in fase di restauro non è attualmente visitabile) del Seminario Patriarcale di Venezia; essa occupa, all’interno della sede del Seminario, lo stesso spazio originariamente destinato ad ospitare la Biblioteca dei Padri Somaschi, quest’ultima andata perduta, comprese le pregevoli scaffalature lignee, durante l’occupazione napoleonica.
La struttura attuale della biblioteca prende forma a partire dal 1817, anno del trasferimento del Seminario da Murano alla Salute; anche se dotata di arredi più semplici e lineari, essa riprende quella precedente nella disposizione dei libri, disposti lungo le pareti entro due ordini di scaffalature. La prima raccolta libraria posseduta dal Seminario che venne collocata nella nuova sede è costituita da un lascito al clero del Patriarca Federigo Giovanelli, nel 1799.
La Biblioteca fu progressivamente arricchita di opere provenienti da monasteri e conventi soppressi, da lasciti di Patriarchi. La Biblioteca comprende opere di grande pregio bibliografico nei settori della teologia fondamentale della dogmatica, biblica, morale, e del diritto canonico. E’ ricca pure di opere storiche, letterarie, di erudizione varia, anche con riferimento alle istituzioni della Serenissima.